Concorso nazionale “Luciano Luciani”: primi e secondi premi per i nostri allievi

Si sono concluse venerdì, con una splendida serata di musica al Teatro Auditorium dell’Unical, la nona edizione del “Concorso nazionale musicale Luciano Luciani” e l’ottava edizione del “Concorso Internazionale di Piano Luciano Luciani”.

Organizzato dall’ ICAMS, Istituto Calabrese Arte Musica e Spettacolo e la Regione Calabria, in collaborazione con il Conservatorio di Musica “S. Giacomantonio” di Cosenza, l’UNICAL e il patrocinio del Comune di Rende, l’8° Concorso Pianistico Internazionale “Luciano Luciani” è il più prestigioso del Sud Italia, capace di attirare musicisti da ben tre continenti grazie all’elevato spessore artistico che ha dimostrato nelle precedenti edizioni, capace di coinvolgere un intero territorio. 

Al concorso nazionale, sempre dedicato a Luciano Luciani e altrettanto prestigioso, giunto alla nona edizione, che prevedeva sezioni dedicate ai musicisti più piccoli, hanno partecipato alcuni allievi dell’Associazione Musicale Suzuki “Progetto Talento” di Rende diretta dai maestri Castiglione. Siamo orgogliosi di raccontare che tutti i nostri allievi si sono distinti in preparazione, disciplina e … divertimento! I piccoli musicisti (di età compresa fra i 6 e i 10 anni) si sono esibiti con gioia ma anche grande competenza, felici di mettere a frutto il lavoro svolto con i maestri e dimostrare il proprio amore per lo strumento e per la musica in generale.

E i risultati si sono visti: tutti i nostri allievi in gara si sono classificati primi o secondi! Vogliamo menzionarli tutti: Sophia Carelli 1°premio 97/100, Pierluigi Filippelli 1° premio 97/100, Arianna Catanzaro 2°premio 94/100, Delia Marra 2° premio 94/100, Ludovica Perri 2° premio 93/100, questi i violinisti. Invece fra i pianisti Nina Mendicino 1° premio 97/100 ed Elena Sposato 2° premio 92/100. I bambini sono stati giudicati da una commissione di levatura internazionale e grande competenza, dal M° Cappello al M° Tortorelli, e valutati, al pari di “colleghi” più anziani, sull’esattezza dell’esecuzione, l’espressività ecc … ottenendo risultati davvero straordinari e superando i coetanei in sicurezza, intensità e precisione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *